CICLISMO

Morto Giuseppe Milone, ciclista del team Nibali: aveva 17 anni


Un allenamento in provincia di Messina si trasforma in tragedia. Giuseppe Milone, 17 anni, categoria juniores, è stato travolto da un mezzo pesante: era in una zona di lavori stradali. Nel 2016 la morte di Rosario Costa, allievo, 14 anni. Entrambi correvano con la squadra giovanile creata dallo Squalo per aiutare i ragazzi della sua terra

Ancora una tragedia sulla strada, ancora un ragazzo investito e ucciso da un veicolo, stavolta un camion. E ancora una tragedia che si abbatte, pesantissima, su Vincenzo Nibali. Dopo Rosario Costa, investito e ucciso nel 2016 a Messina a 14 anni durante un allenamento, oggi pomeriggio è morto Giuseppe Milone, 17 anni, di Barcellona Pozzo di Gotto: entrambi correvano per il Team Nibali, la squadra che il campione messinese ha fondato nel 2015 nella sua terra per sostenere il ciclismo giovanile, per dare una speranza a tanti giovani che, come lui, vogliono inseguire un sogno a pedali. La presidente del team è Rachele, la moglie dello Squalo, e Vincenzo li considera tutti figli suoi.

La tragedia oggi pomeriggio a Gualtieri Sicaminò, in provincia di Messina. Il ragazzo, che si stava allenando da solo, è finito contro un mezzo pesante in una zona in cui sono in corso i lavori di messa in sicurezza della strada comunale. Sono immediatamente intervenuti i carabinieri. Giuseppe Milone era nato il 28 ottobre del 2003 a Barcellona Pozzo di Gotto, dove frequentava le scuole superiori. Aveva avuto un passato da cicloturista, ma soprattutto una grandissima passione: sulla mountain bike aveva ottenuto il brevetto di “Re dell’Etna”, superando i sei versanti del vulcano e percorrendo 205 chilometri con 7.000 metri di dislivello in 12 ore e 45 minuti. Milone è stato il più giovane di sempre a raggiungere questo grande traguardo: “Sono fiero di avercela fatta”, raccontava Giuseppe in una intervista, come riporta “La Gazzetta del Sud”. Il Team Nibali gli aveva voluto dare una possibilità. A lui come ad altri ragazzi juniores della stessa età, 17 anni.

Giuseppe come Rosario Costa, che aveva 14 anni: il 15 maggio 2016, Vincenzo è impegnato al Giro d’Italia quando arriva la notizia della tragedia di uno dei ragazzini al quale era più legato. Il papà di Vincenzo, Salvatore, lo considerava “il terzo Nibali, dopo Vincenzo e Antonio”. Costa, che gareggiava negli allievi della Asd Nibali, è morto sulla Litoranea mentre era in allenamento: lo scontro con un mezzo della raccolta dei rifiuti.

In serata, il Team Nibali ha postato un ricordo di Giuseppe Milone: “Ci piace ricordare i suoi sogni, ci piace ricordare l’intensità dei suoi occhi quando scopriva nuovi luoghi, ci piace ricordare il suo sorriso ogni volta che saltavi in sella. Ci piace pensare che i suoi sogni vivranno nei nostri cuori. Sei stato esempio di vita e di coraggio per chi ti ha amato e per chi ti ha conosciuto. Ciao Giuseppe”.