CICLISMO

Ciccone, negativo il secondo tampone


Con una nota ufficiale il team americano ha annunciato la negatività dell’abruzzese al secondo tampone e la ripresa degli allenamenti. “La direzione sportiva valuterà le sue condizioni fisiche e mentali prima di comunicare gare future”

“Giulio Ciccone si è ripreso da Covid-19 ed è autorizzato a ricominciare con gli allenamenti. Trek-Segafredo ha ricevuto l’attesa e piacevole notizia che il corridore italiano è clinicamente guarito, confermata con un secondo test negativo eseguito oggi”.

La diagnosi

—  

É quanto comunicato dal team dell’abruzzese in una nota. Per Giulio la tanto attesa notizia: dopo due settimane di isolamento domiciliare, negativi i tamponi del 14 e 15 settembre. Inoltre, i feedback favorevoli dei test clinici e strumentali dei giorni scorsi hanno escluso qualsiasi conseguenza della patologia.

Futuro incerto

—  

Il 13 settembre, dal suo profilo Twitter, il teatino aveva comunicato di star meglio e di non vedere l’ora di pedalare. La foto lo mostrava seduto sul prato, accanto alla fedele bicicletta, con lo sguardo determinato e pieno di speranza. Nel mirino di Giulio c’è il Giro d’Italia, a fianco del capitano e amico Vincenzo Nibali. Ma per capire il suo futuro bisognerà attendere qualche giorno, come confermato dal team diretto da Luca Guercilena: “Al momento, la squadra non ha preso alcuna decisione in merito al suo ritorno alle competizioni. In accordo con Ciccone e lo staff medico, la direzione sportiva valuterà le condizioni fisiche e mentali prima di comunicare le sue gare future”.